Chiesa dello Spirito Santo (Parigi)


Chiesa dello Spirito Santo (Parigi)


La chiesa dello Spirito Santo (in francese église du Saint-Esprit) è un luogo di culto cattolico di Parigi, situato in Avenue Daumesnil 186, nel XII arrondissement.

Storia

Jean Verdier, cardinale e arcivescovo metropolita di Parigi, decise di costruire una nuova chiesa lungo l'Avenue Daumesnil come sede di una nuova parrocchia. Il progetto dell'edificio venne affidato all'architetto marsigliese Paul Tournon che nel 1928 presentò il progetto.

La costruzione del nuovo luogo di culto cominciò nel 1928 e già l'anno successivo, nel 1929, venne consacrata ed aperta al culto, come sede provvisoria della parrocchia, la cripta. La costruzione della chiesa, invece, si protrasse per altri 6 anni, fino al 1935, anno in cui vene portata a termine ed anche anno della consacrazione. La nuova parrocchia venne quindi affidata alla Congregazione di Gesù e Maria.

Dal 17 agosto 1979 è monumento storico.


Descrizione

La chiesa dello Spirito Santo, interamente costruita in cemento armato ispirandosi alla basilica di Santa Sofia di Istanbul, è, esternamente, in un sobrio stile liberty.

Non è presente una facciata: infatti, la chiesa si trova al centro di un cortile formato per tre lati da palazzi d'abitazione e, per un lato, dall'edificio parrocchiale. L'ingresso principale al cortile è situato su Avenue Daumesnil ed è costituito dalla torre campanaria rivestita di mattoncini e con alta cuspide piramidale; alla base, un grande arco costituisce l'accesso al cortile.

L'interno dell'edificio è in stile neobizantino, con le pareti quasi completamente nude che lasciano vedere il cemento armato, materiale di cui sono state fatte. A pianta centrale, l'ambiente è coperto con una cupola di 22 m di diametro e alta 33 m. L'abside è decorata con un grande affresco di Elisabeth Chaplin; il presbiterio, su due livelli, ospita l'altare maggiore sormontato da un ciborio marmoreo.

L'organo a canne della chiesa è stato costruito nel 1934 da Gloton-Debierre e restaurato nel 1984 da Cicchero. A trasmissione elettrica, ha due tastiere di 56 note ciascuna ed una pedaliera di 30. Dal 1934 al 1962, titolare dello strumento fu la grande organista e compositrice Jeanne Demessieux (1921 - 1968).

Altri progetti

  • Wikibooks contiene testi o manuali sulla disposizione fonica dell'organo a canne
  • Wikimedia Commons contiene immagini o altri file sulla chiesa dello Spirito Santo

Collegamenti esterni

  • (FR) Sito ufficiale, su st-esprit.org.
  • (EN) Chiesa dello Spirito Santo, su Structurae.
  • (EN) Chiesa dello Spirito Santo, su Emporis Building Directory.
  • (FR) L'organo a canne, su orgue.free.fr.


Chiesa dello Spirito Santo (Parigi)


Langue des articles



Quelques articles à proximité