Cappella Saint-Louis de la Salpêtrière


Cappella Saint-Louis de la Salpêtrière


La Cappella Saint-Louis de la Salpêtrière, situata al n. 47 boulevard de l'Hôpital a Parigi, è un edificio religioso costruito su richiesta di Luigi XIV per l'ospedale Salpêtrière.

Storia

Nel dicembre 1669, il re Luigi XIV chiese al suo architetto Louis Le Vau di costruire, sotto il controllo di Jean-Baptiste Colbert controllore generale delle finanze e sovrintendente degli edifici del re, una cappella per l'ospedale Salpêtrière. Meno di un anno dopo (l'11 ottobre 1670), Louis le Vau morì prima dell'inizio dei lavori e il progetto fu affidato a Libéral Bruant, l'architetto di Les Invalides, che riprese il progetto di Le Vau.

Oggi, dopo un lungo periodo di abbandono, questo luogo ha riacquistato un'attività religiosa mentre ora ospita numerosi eventi artistici tra mostre e concerti.

Descrizione

Pianta e organizzazione

Questa cappella è costruita sul modello della croce greca; ha quattro cappelle (cappella di Saint-Vincent, du Bon-Pasteur, de la Vierge e de Sainte-Geneviève) e quattro navate (navata principale, navata Lassay, navata tagliata, navata Mazzarino), tutte collegate a una cappella centrale con un cupola ottagonale sormontata da un campanile illuminato da tetti in vetro e da un oculo sommitale. Questa organizzazione ha così risposto alla necessità di riunire, senza mescolarle, varie categorie di persone indigenti durante le funzioni religiose.

Galleria d'immagini

Altri progetti

  • Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Cappella Saint-Louis de la Salpêtrière

Cappella Saint-Louis de la Salpêtrière


Langue des articles



PENELOPE CHILVERS

Quelques articles à proximité